Top 5 cose più divertenti da fare sul Lago di Como

Il lago di Como è, senza alcun dubbio, una delle mete turistiche più gettonate e famose d’Italia. Famoso anche grazie al celebre verso manzoniano che apre i “Promessi Sposi”, oggi il lago di Como è una location esclusiva dove si affacciano le ville di VIP e attori nostrani e hollywoodiani famosissimi- come George Clooney- e dove si svolgono competizioni sportive di ogni tipo. Basta dare uno sguardo alle tante offerte Betclic su codice-promo.it per trovare promozioni costantemente aggiornate su decine di gare ed eventi sportivi che vengono organizzati annualmente nella splendida cornice del lago lombardo. Quella di Como, dunque, è una meta perfetta dove ognuno può trovare il tipo di divertimento che cerca.

Ecco la top list delle 5 cose più divertenti da fare sul lago di Como:

Prendere la funicolare Como-Brunate

Nata come mezzo di divertimento riservato all’alta borghesia milanese, oggi la funicolare che collega il centro di Como al paesino di Brunate è una delle attrazioni turistiche più gettonate della zona. La vista che si gode dall’alto è davvero mozzafiato, non a caso Brunate viene chiamata il “balcone sulle Alpi”. Una volta arrivati in cima, è anche possibile proseguire a piedi su uno dei tanti sentieri di montagna presenti in zona.

Fare un giro in taxi boat sull’Isola Comacina

Chi ama unire il divertimento all’arte e alla natura allora non può perdere un giro sul taxi boat che collega la sponda occidentale del lago di Como all’isolotto di Comancina dove si trova la bellissima chiesa di Sant’Eufemia. Da non perdere anche una visita alle famose “Case per artisti”. Il taxi boat parte dalla frazione di Tremezzina e impiega pochi minuti per raggiungere l’isolotto.

Fare una minicrociera in barca a vela

Se volete godere appieno della splendida natura del lago di Como con i suoi scorci pittoreschi e i suoi borghi incantati, allora l’ideale è una divertente crociera in barca a vela che può essere fatta sia con skipper privato che in modo collettivo. Chi vuole vivere un’esperienza davvero esclusiva può anche godere di un aperitivo o di pranzo a bordo a base di raffinate pietanze locali.

Fare un tour guidato al mercato

Il mercato di Como è uno dei più rinomati e visitati della Lombardia. La fama di questo mercato rionale è tale che qui vengono organizzati addirittura dei veri e propri tour guidati tra le tante bancarelle e i tanti stand enogastronomici. Visitare il mercato è un’esperienza davvero unica che permette di cogliere il vero spirito del posto. Immancabile l’acquisto di un souvenir del pregiato artigianato comasco

Tour in elicottero

Per i visitatori e i turisti più ricchi che non badano a spese e che cercano esperienze davvero adrenaliniche, allora consigliamo un tour privato in elicottero. Esistono formule di diversa durata che consentono di sorvolare dall’alto tutto il lago e di ammirare i suoi borghi e paesaggi più rinomati come Cernobbio, Menaggio e Bellagio. Alcuni tour offrono anche un collegato diretto con Milano e con Saint Moritz. Alcuni tour offrono anche cena o pranzo direttamente sull’elicottero.

10 curiosità sul Lago di Como

Quella del lago di Como è una delle località turistiche più affascinanti e rinomate del mondo. La sua fama è dovuta non solo alla bellezza del lago ma anche ai suoi scorci pittoreschi, ai suoi borghi, alle ville esclusive e ai paesaggi mozzafiato. Il lago di Como nasconde anche dei segreti che non tutti conoscono.

Ecco 10 curiosità inaspettate sul lago di Como

È il lago più profondo d’Italia:

il lago di Como, dalla celebre forma a “y” rovesciata, è il lago che ha la profondità maggiore di tutta Italia, ben 410 metri. Quanto ad ampiezza è invece il terzo dopo il lago di Garda e quello Maggiore.

È chiamato anche lago di Lario

Sapevate che il lago di Como è abitualmente chiamato anche “lago di Lario”? Il nome deriva da “larius”, termine con cui era designato l’originale accampamento romanico fondato da Giulio Cesare.

Anche Star Wars è stato girato qui!

Sono tanti i film che sono stati girati in questa zona ma pochi sanno che perfino l’episodio II della serie cult Star Wars intitolato “l’attacco dei cloni” è stato girato sul lago di Como, precisamente presso Villa Lenno che, per l’occasione, è diventata il set dove si svolgono le nozze tra Anakin Skywalker e Padmé Amidala.

Il fiume color latte

“Fiumelatte”, non a caso chiamato così per il suo colore bianco che ricorda quello del latte, è un fiumiciattolo davvero particolare. È lungo appena 250 metri, il che ne fa il secondo fiume più corto d’Italia.  Il fiume nasce dal monte Grigne e può essere ammirato solo per pochi mesi all’anno.

Il forte migliore d’Europa si trova qui

Costruito in occasione della Prima Guerra Mondiale, “Forte Montecchio” è la costruzione bellica fortificata meglio conservata di tutta Europa. É possibile anche fare dei tour e delle visite guidate. 

Il lago di Como e il più bello del mondo

Nel 2014 “The Huffington Post” ha proclamato il lago di Como il più bello del mondo.

Alessandro Volta è nato qui

La zona del lago di Como ha dato i natali a tanti personaggi illustri, incluso Volta, il celebre inventore della pila.

Il mostro “Larrie”

Anche il lago di Como ha il suo “mostro” proprio come quello di Loch Ness. si tratterebbe di un lariosauro, un rettile vissuto circa 250 milioni di anni fa. Gli avvistamenti di questo dinosauro sono iniziati già nella prima metà dell’Ottocento e ancora oggi c’è chi giura di aver visto il mostro!

I “fantasmini” sono di qui!

Avete presente i calzini corti e invisibili chiamati per l’appunto fantasmini? Bene, sono stati inventati proprio sul lago di Como, precisamente a Lecco nel 1994 dai fratelli Dodesin.

La bandiera di Como

La bandiera è formata da una croce bianca su sfondo rosso, esattamente come le bandiere usate dai Romani in battaglia.

Assistere ad una partita di calcio in Italia

Tante cose si possono dire del Bel Paese, ma non si può di certo affermare che non ci sia una vera e propria venerazione per gli eventi sportivi, primi fra tutti quelli di calcio.

Assistere ad una partita di calcio in Italia è un evento travolgente ed elettrizzante, che può partire ben prima dell’evento stesso: basta pensare ad esempio alle scommesse sportive che oggi si possono piazzare facilmente e in tutta sicurezza su internet. Non devi neppure lasciare lo stadio per suonare dal vivo – a parte questo, la moltitudine di offerte bonus rende questa esperienza ancora migliore, come il Betaland bonus.

Anche il pre partita è fondamentale

Prima di arrivare al match vero e proprio, come detto, c’è la fase del pre partita che è assolutamente fondamentale. La gioia di incontrarsi con gli amici, fare tutte le supposizioni del caso, piazzare qualche scommessa e prepararsi psicologicamente al grande evento non ha eguali. Soprattutto per chi non ha grande dimestichezza con il gioco o non conosce bene tutti i protagonisti che scenderanno in campo, si tratta di una fase fondamentale: c’è il tempo per prepararsi al meglio, scoprire chi sarà titolare, quali sono i pregressi tra le due squadre e arrivare il giorno della partita con tutte le informazioni utili per godersi tutti i passaggi.

È il giorno del match, tutti allo stadio (oppure no!)

Andare allo stadio è un’esperienza davvero unica che tutti, tifosi o no, dovrebbero provare almeno una volta nella vita. È divertente, rilassante, permette di staccare dalla routine di tutti i giorni. Sentire i cori dello stadio, ammirare la propria squadra entrare sul campo di gioco, gioire per un gol fatto ma anche disperarsi di uno subito sono emozioni davvero forti. Certo, bisogna assolutamente viverlo per quello che è, ovvero un evento sportivo. Bisogna quindi lasciare fuori le proprie frustrazioni, le ideologie e la violenza, perché sono cosa che non hanno davvero niente a che spartire con il mondo dello sport. Un vero sportivo sa accettare tutto, anche la sconfitta. Se poi, per qualche motivo, non si riesce ad andare allo stadio, allora ci si può consolare con le tante piattaforme che offrono la possibilità di vedere le gare in diretta streaming: qualche amico, pizza e birra per tutti e il successo della serata è garantito. Con internet e le smart tv è davvero molto semplice accedere ai vari canali. Oppure, si può usare il pc.

Il post gara: non è ancora finita!

La fine della gara stessa non significa affatto che l’esperienza sia finita, anzi! Ricordate il vecchio Processo del Lunedì, in cui Biscardi rianalizzava le partite del fine settimana appena passato? Ecco, il mitico Processo non va più in onda ma ci sono comunque tante trasmissioni di grande valore che vi faranno rivivere le emozioni del match e vi aiuteranno a comprendere alcuni passaggi che potreste esservi persi. E non dimentichiamo i giornali sportivi! Leggere la Gazzetta dello Sport o qualunque altro giornale sportivo sarà il modo perfetto per portare le emozioni della gara ancora con voi, anche mentre state tornando alla vita di tutti i giorni.

6 buoni ragioni per visitare il Lago di Como

Il terzo più grande lago di Como è una popolare località turistica fin dall’epoca romana. Le meraviglie del lago sono bellezze naturali, città con una lunga storia, vecchie ville di lusso con splendidi giardini, musei, cattedrali, hotel, casinò, festival.

Tanto tempo fa, a volte Giulio Cesare riposava in queste zone, oltre a famosi compositori, romanzieri, poeti, pittori. Oggigiorno, stilisti, star di Hollywood, politici, uomini d’affari sono quelli che riposano qui.

Divertimento sul lago di Como

Oltre alle escursioni nelle città vicine come Bellagio, i turisti spesso vanno in barca a visitare Villa del Balbianello, uno dei luoghi dove è stato girato il film su James Bond “Casino Royale”. Il Lago di Como è anche noto per i suoi grandi casinò, tra cui il Casino di Campione, il Casinò di Lugano e il Casinò di Mendrisio. Molti di loro si trovano vicino al Lago di Lugano, che dista circa 30 km dal Lago di Como, dove c’è un paradiso per la roulette, il blackjack e il poker. Coloro che non vogliono realmente lasciare la propria casa possono anche dedicarsi a scommesse sportive e giochi da casinò, che ora è divertente come sempre con una grande offerta di offerte e bonus online, come il bonus Betfair 2018.

Le città più famose

Il Lago di Como è circondato da una trentina di città e le più popolari sono Tremezzo,  Lecco, Varenna e Bellagio. Ci sono piccoli traghetti che spesso guidano i turisti per poter vedere le famose ville di George Clooney o Madonna. Tuttavia, noleggiare un moderno motoscafo con guidatore è un altro modo per visitare il lago.

Bellagio è la città più visitata della zona ed è conosciuto come la “perla del lago” e come “l’italiano Beverly Hills”. Si trova nel punto in cui si toccano tutti e tre i rami del lago. Bellagio è un’elegante combinazione tra la purità e l’eleganza del Vecchio Mondo. È un’affascinante città storica con belle passeggiate costiere, alberghi festivi e due magnifici giardini aperti al pubblico.

Le ville più famose

Villa Serbelloni fu costruita nel XV secolo. Attraverso il suo giardino, ci sono lunghi viali e sentieri e una ricca flora che nasconde le piante esotiche. Oggi, la villa è di proprietà della Fondazione Rockefeller.

Villa Melzi è un edificio neoclassico costruito nel primo decennio del XIX secolo. E’ famosa per i suoi giardini magnifici, che ha una varietà di specie botaniche provenienti da tutto il mondo. Attraverso il suo giardino, vengono incrociati numerosi sentieri tortuosi. Lungo la costa, sculture egiziane e statue romane sono poste all’incrocio dei sentieri.

Il più grandi successi cinematografici sul lago

Questo bellissimo posto è così affascinante attraverso i film che sono stati girati qui, come gli Ocean’s Twelve, così come alcuni sequel di film di James Bond. Naturalmente, lì era registrato il “Star wars” di George Lucas. Se ti trovi nelle vicinanze del lago, devi visitare la  “Villa del Balbianello” dove sono state girate le scene del matrimonio di Princess Padme (Natalie Portman) e Anakin Skywalker (Hayden Christensen) del film “Attack of the Clones”. Comunque, il Lago di Como ed è menzionato nel romanzo ‘Frankenstein’ di Mary Shelley.

Centri storici

Nella parte orientale del Como, ai tempi dell’Impero Romano, c’è la città con lo stesso nome con un interessante centro storico. Il centro storico della città e le sue piccole piazze hanno sentieri stretti. Ci sono i numerosi bar sui marciapiedi delle strade. Il Lago di Como è ricco di contenuti culturali e artistici. La città ha anche una galleria d’arte (Pinacoteca Civica), Museo Archeologico, Cattedrale Duomo e Museo della Seta.

Perché a Sanremo non c’è solo il Festival

Sottolineare la bellezza della riviera ligure, continuazione naturale della tanto blasonata Costa Azzurra (Côte d’Azur), è certamente superfluo. Forse però vale la pena riportare l’attenzione su una piccola cittadina, perla dei nostri mari, che rischia di essere ricordata più per gli eventi che ospita che per la bellezza che incarna; una bellezza senza tempo, da cartolina, classica e nostalgica: parliamo di Sanremo.

Molti la conoscono solo di nome perché è qui che si svolge il famoso Festival della Canzone Italiana, ma Sanremo non è solo questo. Certo, per restare in tema, non si può non fare menzione del Casinò Municipale, che porta ogni anno migliaia di turisti e ospita anche l’European Poker Tour. Le carte e il gioco fanno parte della tradizione della città, e il palazzo in stile liberty in cui ha sede è davvero tappa obbligata per chiunque passi di lì, anche per chi non è giocatore incallito. Anche se il numero di queste persone non è elevato a causa di un gran numero di casinò online che offrono questo gioco, incluso un vasto assortimento di codice bonus, come il codice Vip Pinnacle 2018.

Ma torniamo alle ragioni per cui tutti dovrebbero visitare Sanremo almeno una volta nella vita. Anche detta Città dei Fiori, Sanremo è arroccata sul mare con eleganza perfetta; le sue case vecchie, dai colori pastello, si confondono con gli edifici moderni con grande armonia, e l’acqua celeste ne delinea il bordo come in un quadro.

Per godere a pieno delle sue potenzialità è senza dubbio opportuno visitarla durante la bella stagione, diciamo da primavera alla fine dell’estate. Nella prima metà dell’anno si può assistere al magnifico spettacolo di una Sanremo che fiorisce. Questo è il periodo perfetto per passeggiare tra le vie del porto vecchio, fare shopping, visitare le chiese, le basiliche e le innumerevoli ville, prendere un aperitivo guardando le barche che tornano in porto. Per gli amanti di storia e luoghi di culto, è d’obbligo nominare la Chiesa Ortodossa di Cristo Salvatore, costruita all’inizio del Novecento dalla nobiltà russa, il Santuario della Madonna della Costa, e la Concattedrale di San Siro, chiesa romanica del XII secolo.

Se invece si decide di soggiornare d’estate bisognerà fare i conti con il fermento di un’ambita località di mare nel periodo d’alta stagione; nulla a che vedere con il caos delle località della costa adriatica o del sud del Belpaese, ma è bene tenere presente che i turisti non mancano di certo. Il mare e le spiagge nascoste sono la prima attrazione durante questo periodo, e se si arriva in macchina è facile spostarsi lungo la costa verso località meno frequentate dove godersi il mare limpido con più calma. Una valida alternativa per chi non ama mettersi in macchina quando i sedili sono roventi è affittare un gommone o una piccola barchetta.

Sanremo è unica perché racchiude in sé una quantità spropositata di bellezze ognuna delle quali sarebbe la massima attrazione se si trovasse da qualunque altra parte. Invece a Sanremo tutte queste bellezze convivono e si equivalgono, dando a chiunque un ottimo motivo per venire a visitarla almeno una volta nella vita.

In Italia c’è troppo da visitare, come si sceglie?

L’Italia non è il paese più visitato al mondo. Secondo diverse classifiche autorevoli degli ultimi anni il paese più visitato al mondo è la Francia, mentre il Belpaese non occupa che il 5° posto. Se il nostro fosse un paese come gli altri questo piazzamento non sarebbe neanche male, ma l’Italia non è affatto un paese come gli altri: non solo dovrebbe essere prima in classifica, ma dovrebbe esserlo con un distacco molto considerevole.

Questo è il motivo per cui esiste questo sito. L’Italia è il paese più bello del mondo e le sue meraviglie meritano di essere valorizzate, non solo quelle che tutto il mondo ci invidia, ma anche quelle nascoste che il mondo ignora.

Tra le tante caratteristiche che la rendono unica, oltre ovviamente agli infiniti siti di primissima importanza storica e artistica, ce n’è una su cui spesso ci si dimentica di porre l’attenzione: l’Italia è uno dei pochi paesi al mondo in cui, in men che non si dica, si passa da spiagge d’acqua cristallina a sciare sulle montagne più alte d’Europa.

Dall’estero si ha una percezione dell’Italia come un paese caldo, un paese di mare, storia e buona cucina, e molti neanche sanno che d’inverno i nostri picchi innevati sono la destinazione di tanti appassionati sciatori. Le località montanare del Nord sono tra le più belle al mondo, le Alpi hanno generato una disciplina che anche in America chiamano “Alpinismo”, e le nostre Dolomiti sono considerate il fiore all’occhiello della catena montuosa. Per chi ama la montagna, una settimana bianca a Cortina d’Ampezzo, la perla delle Dolomiti, Madonna di Campiglio o Courmayeur è d’obbligo almeno una volta nella vita.

Se invece si predilige l’acqua, cos’altro al mondo è paragonabile alla bellezza delle Cinque Terre della Riviera Ligure, della Costiera Amalfitana con la pensiola sorrentina e del Lago di Como, per esempio? In Italia anche d’estate c’è l’imbarazzo della scelta. Basterebbero le spiagge della Sardegna per soddisfare anche i più pretenziosi. Invece bisogna scegliere, e allora ecco che si pensa al Salento, alla Sicilia e alla Calabria tutte, oppure alle piccole isole dalla 

fama quasi mitologica come Capri, a cui il poeta russo Majakovskij dedicò questi versi: “Tutti così noiosi, come se al mondo non ci fosse Capri. Ma Capri esiste. Col suo alone di fiori tutta l’isola è una donna in una cuffia rosa”.

E poi ancora l’Isola d’Elba, Ischia, le isole Pelagie e le isole Eolie, Ponza e Ventotene, le isole Tremiti, ma la lista è infinita. Il che mi ricorda dei vulcani: Etna, Stromboli, Vesuvio, Ischia, Lipari, Vulcano, Pantelleria, Colli Albani, Campi Flegrei, Isola Ferdinandea.

Ma le liste potrebbero continuare senza sosta, elencando le meraviglie di laghi, fiumi, cascate, borghi medievali, altipiani, campagne, scogliere e chi più ne ha più ne metta.

Se ancora è estate inoltrata e il caldo ancora non ci obbliga e cercare ristoro in luoghi più freschi, bisogna dirigersi a Roma, Napoli, Firenze, Pisa, Venezia, Torino, Siena, Ferrara e tutto quello che c’è nel mezzo. Per i fanatici della vita mondana c’è Milano, crocicchio economico-finanziario dello stivale, la nostra Silicon Valley.

Questo è un quadro molto generale di cosa c’è da vedere in Italia. È d’aiuto avere almeno le idee precise sui propri gusti personali ma, anche restringendo il campo a un ambito ben definito, l’imbarazzo della scelta non passa.